Quantaradio

Il blog di Quantaradio

CONSTATAZIONI DI ODIO TRASVERSALE ! QUANTA RADIO

Lega e Sardine, stesso odio, stessa follìa.

CONSTATAZIONI DI ODIO TRASVERSALE
 
 
di giandiego marigo (eremita)
 
Ho voluto fare quello che viene definito “Esperimento Sociale”: su una pagina di Sardine ho espresso un parere contrario al “pensiero comune” sulla questione della campagna vaccinale a fronte di una affermazione falsa; cioè che Vaiolo, Tetano e Poliomielite siano state debellate dai vaccini.
 
L'affermazione è parziale infatti
 
A) L'antitetanica non è un vaccino
 
B) Vaiolo e Poliomielite erano statisticamente in grandissimo calo e quasi completamente scomparse quando il vaccino è subentrato.
 
Questo non è velleitario ma è suffragato dalle statistiche. Fatto sta che quel che ho ricevuto è stato una valanga di commenti velenosi, insulti e numerosi apprezzamenti sulla mia intelligenza, sulla mia scolarizzazione, sull'arbitrarietà ignorante del mio commento. Una valanga di odio e disprezzo. Ironia bruciante e dileggio generalizzato.
 
Mi sono chiesto, e chiedo a voi: In cosa sono diversi dai leghisti, se la sostanza del modo in cui si tratta il dissenso è la medesima? Mi è parso di essere su una pagina della Lega, paro paro!
 
Stesso stile, stessa virulenza, stessa massa di impatto... ad isolare, insultare, vituperare chiunque osasse mettere in discussione 'La Verità Rivelata'. Medesima propensione all'insulto di gruppo.
 
In cosa diversi? A suo tempo difesi strenuamente questo movimento... sbagliai. Delle dichiarazioni di principio iniziali, della tolleranza, dell'eleganza formale, della gentilezza tanto sbandierata non è rimasto nulla.
 
Il dissenso, l'opinione diversa, vengono trattati dovunque nel medesimo modo.
 
Care sardine in cosa sareste diversi? Non mi è pervenuto, non l'ho visto se non nelle solite chiacchiere che ormai hanno davvero riempito il mondo e sono la connotazione principale della politica... e che voi avete, come tutti, usato a paravento della vostra reale natura.
 
La differenza abissale fra ciò che si dice e ciò che si fa è sempre lì a caratterizzare le manifestazioni della natura umana e voi non ne siete affatto esenti pur con tutto il vostro moraleggiare.
 
Ho cercato per anni il collegamento fra il dire ed il fare, il riverbero nei comportamenti del mondo migliore di cui parlavo e sentivo parlare... Non l'ho trovato mai. Dovunque esiste soltanto la modulazione dei medesimi difetti: leaderismo, egoismo, competitività, arrivismo, strumentalità e menzogna, il gioco interno dei gruppi di potere, la scalata alle segreterie o alla stanzetta dei portavoce, l'esibizione compulsiva dell'Ego. Sempre uguale e sempre su questa spiaggia si è infranto qualsiasi sogno egualitario e di progresso spirituale.
 
Sempre lo stesso, dalla chiesa alla strada, dalla politica istituzionale a quella movimentista... sempre uguale. In ogni luogo veniva richiesta, sempre la cieca adesione, la fede incondizionata. La ripetizione pedissequa della lezioncina generalizzata. SINCERAMENTE basta!
 
Credo davvero che nello spirito sia rintracciabile l'unica risposta e, nel pensiero libertario, l'unica strada e dico così perché entrambe queste accezioni sono sensibili al dubbio e non hanno verità assolute da rivelare se non nell'evoluzione continua e nella ricerca interiore, ma solo un sentiero dalle molte curve e dai numerosissimi incroci da percorrere.
 
Sono un umile scrivano che si dà toni da scrittore, un ignorante che cerca la saggezza. Una persona comune con una storia comune ed un po' banale, ho una vita costellata di fallimenti e false partenze... non ho nulla da insegnare né, tantomeno, voglio farlo.
 
Mia unica velleità è 'giocare con le parole' e mi pongo domande, cosciente che la vita non dia numerosissime risposte, ma aumenti solo in modo esponenziale i dubbi ed, appunto, le domande senza risposta.
 
E sono cosciente che ogni volta che pare d'aver raggiunto una meta, si apra immediatamente una nuova strada da percorrere, verso l'alto e verso la complessità. Quello che ho scritto qui non giudica, constata, in più di cinquant'anni di 'IMPEGNO' in quelle che definiamo Cultura, Politica, Servizio Sociale. Sempre mi sono dovuto fermare per annotare il medesimo limite: l'assenza dell'uomo nuovo senza il quale nessuna Nuova Umanità è possibile.
 

App Android

Scarica l'App per il tuo smartphone Android

App IOS

Disponibile anche per i dispositivi Apple

Mobile Link

Ascolta la radio dal tuo smartphone