Cruelty Free

  • Written by: Giandiego
  • Category: Cruelty Free
  • Hits: 65

DIARIO DI UNA ERBORISTA 2-sciroppo di sambuco 2° parte

di Tatiana Maselli
 
Sciroppo di sambuco parte 2.
 
Dopo 48 ore di macerazione a freddo in acqua dei fiori con le fette di limone ho filtrato tutto, strizzato bene i fiori e raccolto un litro di liquido in una pentola.
Ho poi aggiunto un chilo di zucchero e un cucchiaio di aceto di mele, portato a bollore e lasciato bollire per una decina di minuti.
Nel frattempo ho sterilizzato tre barattoli e una bottiglia in forno a 100°C.
Infine ho travasato lo sciroppo nei barattoli (che ho capovolto per fare il sottovuoto) e nella bottiglia.
I barattoli li terrò per l'inverno e ne sperimenterò l'azione su eventuale raffreddore e/o febbre.
La bottiglia la conserverò in frigorifero e la userò per sciroppi dissetanti, mescolando poco sciroppo in acqua, e ovviamente per preparare l'hugo, un aperitivo fresco e non troppo alcolico.
La ricetta dell'hugo prevede:
150 mL di Prosecco
20 mL di sciroppo di sambuco (in alcune ricette si usa sciroppo di melissa)
ghiaccio
seltz o soda
foglie di menta fresca
una fetta di limone
Salute 
PS: la cannuccia è compostabile.
  • Written by: Giandiego
  • Category: Cruelty Free
  • Hits: 71

DIARIO DI UNA ERBORISTA 1- Sciroppo di Sambuco- 1° parte

di Tatiana Maselli

 

Può un'erborista non aver mai preparato lo sciroppo di sambuco?
Confesso di non averlo mai fatto prima perché non ho mai sentito "mia" questa pianta, ma oggi nel bosco non le ho saputo resistere, così ho improvvisato una borsa di fortuna con un telo e ho raccolto un po' di ombrelle.
Il sambuco è un rimedio erboristico di cui si usano bacche, fiori e seconda corteccia, che hanno un fitocomplesso diverso e dunque proprietà diverse.
Per lo sciroppo si usano i fiori che hanno proprietà depurative, diuretiche, diaforetiche (sudorifere).
Vengono utilizzati da soli o con altre erbe in caso di febbre, raffreddore, problemi respiratori, cistiti, dermatiti.
I fiori vanno raccolti quando sono belli bianchi, aperti e profumati,non devono essere né boccioli né più morti che vivi.
Lo sciroppo si prepara poco dopo la raccolta alternando in un barattolo in vetro fiori e fette di limone, per poi coprire con acqua (io ho usato circa 40 ombrelle, 5 limoni e 1,6 litri di acqua e per la ricetta ho preso ispirazione da #perAmore _ciboinviaggio.
Il barattolo deve essere ben pulito, i limoni vanno lavati e fiori vanno ripuliti da insettini e polvere sbattacchiandoli un po' (non troppo) e ripuliti dalle parti verdi.
Ora aspetterò due o tre giorni, poi dovrò filtrare e preparare lo sciroppo aggiungendo zucchero.
Mi piacerebbe testarne l'azione sulla cellilite, ma sento già il sapore del mio prossimo Hugo

 

  • Written by: Giandiego
  • Category: Cruelty Free
  • Hits: 57

LASAGNE DI PANE CARASAU AI FUNGHI

Se si amano i funghi, questa è una lasagnetta molto piacevole e gustosa e relativamente facile e veloce da preparare. L'ho preparata con pane carasau integrale, ma è altrettanto strepitosa anche con sfoglia di semola (rigorosamente senza uova) :)

Ho fatto così:  

Ho utilizzato funghi freschi misti un quantità variabile, quindi le dosi sono approssimative 

> 500 gr circa di pleurotus

> 250 circa gr di pioppini 

> 250 circa  gr di cardoncelli 

> Una decina di champignon 

> Qualche porcino surgelato (oppure secchi opportunamente reidratati e privati degli eventuali residui        di terra)

> 250 gr circa di pane carasau integrale 

> Qualche cucchiaio di lievito in scaglie 

> un paio di cucchiai di formaggio  grattugiato vegan (Gondino, Violife o Grattì) 

> 2 spicchi di aglio 

> Olio evo, sale 

Per la besciamella:

> 500 ml di brodo vegetale  (oppure latte vegetale)

> 50 ml di olio evo

> 50 gr di farina Tipo 1 (oppure 0)

> Noce moscata, sale

Preparo del brodo vegetale con le verdure fresche (oppure con dado vegetale) 

Pulisco bene i funghi e li taglio a daini piccoli. Scaldo 4/5 cucchiai di olio con gli spicchi d'aglio e subito dopo verso i funghi, il sale e una spolverata di pepe, metto il coperchio e lascio cuocere a fuoco medio per una decina di minuti, dopodichè tolgo il coperchio e lascio ritirare completamente il liquido rilasciato dai funghi, tolgo gli spicchi d'aglio e spengo.

A questo punto accendo il forno impostandolo a 200° 

Preparo la besciamella facendo "imbiondire" la farina nell'olio, aggiungo lentamente il brodo vegetale mescolando con una frusta, porto ad ebollizione, aggiusto di sale e una generosa grattugiata di noce moscata. Mi occorre morbida, quindi se risulta troppo densa aggiungo brodo. Spengo e copro per evitare che la superficie si secchi.

Verso sul fondo della besciamella (con crema di funghi), proseguo con i fogli di pane carasau (due strati perchè è sottilissimo) passati velocemente nel brodo vegetale, poi dadini di funghi, besciamella e una spolverata di lievito alimentare e avanti così fino al termine degli ingredienti. Sulla superficie besciamella e grattugiato veg.

E inforno per 20/30 minuti. 

Et voilà

 

  • Written by: Giandiego
  • Category: Cruelty Free
  • Hits: 84

Riso rosso&porri speziati e affumicati

 La creatività in cucina non è mai troppa ed è così che nascono capolavori gustativi! 

Non sai cosa preparare per pranzo o per cena? Semplice, apri il frigorifero e la dispensa e inventa! :) 

Ho fatto così: 

Dal frigo ho recuperato due porri che avevano tutta l'aria di essere stanchi di trovarsi da giorni lì dentro.

Dalla dispensa ho recuperato una tazza alta (da tisana per intenderci) di riso rosso integrale, anche lui abbastanza stufo di trovarsi lì dentro al buio.

Due tazze e mezza di acqua (sempre la stessa tazza)  

Poi ho preso un cucchiaino di paprika affumicata 

Mezzo cucchiaino di curry

Un pizzico di sale affumicato

Un pizzico di pepe

Mezzo cucchiaino circa di aglio in polvere (o uno spicchio fresco)

Due cucchiai di salsa di soia (tamari) 

Olio EVO

Granella di nocciole per guarnire

Allora, inizio con il lavare sotto l'acqua corrente e fredda il riso rosso e lo metto in una casseruola con l'acqua, due cucchiai di salsa di soia, l'aglio in polvere (come dicevo, va bene anche uno spicchio fresco che poi andrà tolto) copro e porto ad ebollizione poi abbasso la fiamma al minimo e lascio cuocere con coperchio. Quando avrà assorbito tutta l'acqua è pronto.  E mentre il riso cuoce procedo con il pulire i porri togliendo le radici e la parte più verde e dura (che comunque laverò e metterò in congelatore per utilizzarla in futuro magari in un minestrone) 

Li taglio verticalmente e divido gli strati per lavarli meglio ed eliminare la terra che si trova anche all'interno, poi li taglio a rondelle, li metto in un tegame con un filo d'olio EVO, un pizzico di sale affumicato, il pepe, la paprika affumicata, il curry e lascio appassire girando spesso. Quando il liquido rilasciato si sarà assorbito e saranno ben morbidi lascio sfrigolare un paio di minuti e tolgo dal fuoco.

Quando il riso avrà assorbito quasi tutto il liquido di cottura lo trasferisco nel tegame con i porri ed a fuoco medio faccio saltare brevemente affinchè tutti i sapori si amalgamino. 

Guarnisco con una manciata di granella di nocciole.

E poi subito a tavola che già ho perso troppo tempo per la foto e se si fredda finisce tutta la meraviglia di questo piatto :)

 

[fonte foto(di)vagando by Brusa] 

We use cookies
Sul nostro sito web utilizziamo dei cookie. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare il sito e l'esperienza dell'utente (tracking cookies). Potete decidere voi stessi se consentire o meno l'utilizzo dei cookie. Si prega di notare che se si rifiutano i cookie, l'utente potrebbe non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.