• Category: Informazione
  • Hits: 86

CHE FARE?

È complicato, persino rischioso affrontare questo argomento in questa fase. Le tifoserie sono scatenate e la farsa è in pieno svolgimento. L'inganno raggiunge, in momenti come questo, il suo massimo apice.

Qualsiasi cosa si sica si troverà sempre un Indomito alfiere disposto all'insulto, alla derisione, allo schiaffo. È così ogni volta, ripetitivamente, sempre uguale. Una solfa infinita!

Va precisato che chi scrive è stato per anni, parte molto attiva nelle speranze elettorali dell'area di alternativa, Ulivi, Arcobaleni, Altre Italie, Rifondazioni, Democrazie... più o meno proletarie, ma anche prima quando la sinistra radicale si affacciava all'agone elettorale.

Lo dico non tanto per cercare medaglie, di cui non sento alcun bisogno e che mi darebbero pure fastidio né, tanto meno, gratitudine; ma solamente per certificare una lunga esperienza... un Deja vu. Non mi presento in alcuna lista e non ho nulla da guadagnare, nessun consenso da ricercare.

Dicevo è difficile in una lotta interiore fra uno schifato astensionismo, cosciente della trappola sistemica che la farsa elettorale rappresenta e l'appoggio ideale ai tentativi di novità che pure si affacciano.

Una cosa è certa, assoluta agli occhi di chi scrive e spero di chi legge, non esiste alcuna speranza nel ricorrere in scelte, già viste, già fatte. Non ha alcun senso accorrere a soccorso dei partiti istituzionali e tradizionali che sono stati i primi artefici della campagna di santificazione forzata, e della partecipazione alla guerra atlantista, ma non solo essi sono il complotto, l'inganno, i buratti d'un potere occulto e crudele. Questo vale per tutti dalla signora Meloni sino alla presunta sinistra pro lasciapassare verde, pro guerra, distruttrice di diritti e prima interprete dell'umiliazione del lavoro.

Fra astensionismo intelligente-partecipativo e voto ai partiti non sistemici (ammesso che esistano davvero) la scelta è personale è lecita, ma non dimenticate la parabola dei 5S, che una volta inseriti nel sistema ne sono divenuti parte sino ad esserne schiacciati (questo si è ripetuto innumerevoli volte nella storia).

Quindi l'indicazione di questo umile scrivano è NON VOTATE PER I PARTITI DELLA VERGOGNA GUERRAFONDAIA E DELLA SANTIFICAZIONE FORZATA, non votate per reazione una destra gaglioffa e proto-fascista... se proprio dovete votate l'alternativa, ma ricordate che non è un caso che il peggiore nemico dei politici corrotti e pseudo-democratici è l'astensionismo.

 

 

We use cookies
Sul nostro sito web utilizziamo dei cookie. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare il sito e l'esperienza dell'utente (tracking cookies). Potete decidere voi stessi se consentire o meno l'utilizzo dei cookie. Si prega di notare che se si rifiutano i cookie, l'utente potrebbe non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.