• Category: Informazione
  • Hits: 151

UN RISVEGLIO E' SEMPRE UN RISVEGLIO?

Un risveglio tardivo è pur sempre un risveglio? Bella domanda, che può essere affidata solo al futuro!

Sono molti i medici coraggiosi che sin dal primo momento hanno sfidato le ire del loro stesso ordine colabborazionista per difendere la verità, per insinuare il dubbio, per concedere una speranza al pensiero.

Oggi però il fronte dei “repressori” si frantma e la “ribellione” viene da chi sino a ieri è stato la manus del dictat impositivo.

Dall'Ordine degli odontoiatri di La Spezia a quello dei Farmacisti di Torino... il dubbio si insinua. Il Ministro Speranza coperto di insulti e salvato dall'intervento della Polizia a Palermo... sembra che il buonsenso ricominci a circolare.

È tardi? Dopo la terza dose (per i santificati più o meno obbligati), ormai i danno è fatto! La divisione operata nella società ha già realizzato tutte le sue nefandezze? La manipolazione è passata, visto quanti ancora si aggirano mascherati e spaventati dal Grande Nulla e dalla peste del secolo? Oppure il risveglio potrà, in qualche modo riparare la ferita e ricomporre il tessuto anche con una sutura evidente?

In realtà la situazione è in divenire e molti “giochi sono fatti”, come usano dire i croupier ed il risveglio potrebbe essere davvero tardivo, ma è pur sempre un risveglio; che unito alla coscienza collettiva che si sta dibattendo nell'area del buonsenso potrebbe divenire, finalmente, un'onda di marea che spazzerà via la follia di chi ha saputo esprimersi solo con obblighi e repressione.

Salutiamo quindi il ritorno dell'ascolto della “dialettica scientifica”,della curiosità e del dubbio che permettono di camminare davvero verso il futuro. Il Potere non è diventato più gentile ed il sistema è ancora fortissimo, ma i granelli di sabbia hanno prodotto crepe nella diga e “La grande quercia gloria dell'Imperatore... sta crollando e chi lo avrebbe mai detto! Non il fiume non l'uragano l'hanno schiantati il gran tronco e le radici... ma le formiche, migliaia di formiche lavorando ogni giorno insieme, organizzate... per anni ed anni”.

Così come cantava Dario Fo in uno dei suoi spettacoli di quando era un “PARIA”

We use cookies
Sul nostro sito web utilizziamo dei cookie. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare il sito e l'esperienza dell'utente (tracking cookies). Potete decidere voi stessi se consentire o meno l'utilizzo dei cookie. Si prega di notare che se si rifiutano i cookie, l'utente potrebbe non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.